Osservatorio permanente

Collegamento al servizio di monitoraggio in tempo reale delle portate dei fiumi e di altri parametri meteo idrologici predisposto dall’ARPAV.

Il servizio copre il territorio regionale veneto ma per le misure di portata sono presenti anche i valori dell’Adige a Trento e dell’Adige a Bronzolo. https://www.ambienteveneto.it/

Cos’è l’Osservatorio Permanente sugli utilizzi idrici

È una struttura operativa di tipo volontario e sussidiario a supporto del governo integrato dell’acqua finalizzata a:

– curare la raccolta, aggiornamento e diffusione dei dati relativi alla disponibilità e all’uso della risorsa idrica nel territorio distrettuale

– promuovere iniziative di best practices che mirano ad un uso parsimonioso di acqua nel sistema irriguo in tutto il bacino idrografico

– promuovere iniziative per la gestione dell’ingressione di acque salmastre in periodi di magra

Osservatorio permanente

Obiettivo dell’Osservatorio è dunque quello di rafforzare la cooperazione ed il dialogo tra i Soggetti appartenenti al sistema di governance della risorsa idrica nell’ambito del distretto, provuovere l’uso sostenibile della risorsa idrica in attuazione della Direttiva Quadro Acque e mettere in atto le azioni necessarie per la gestione proattiva degli eventi estremi siccitosi e per l’adattamento ai cambiamenti climatici.

Da chi è composto

Fanno parte dell’Osservatorio i Soggetti Istituzionali che, nell’ambito del territorio distrettuale partecipano alla governance della risorsa idrica ed i rappresentanti dei portatori di interesse.

In particolare:

– il Ministero della Transizione Ecologica, già Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

– il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali

– il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

– il Dipartimento della Protezione Civile

– l’ISTAT – Istituto nazionale di statistica

– l’ISPRA – Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale

– il CREA – Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria

– la Provincia Autonoma di Trento

– la Provincia Autonoma di Bolzano

– la Regione del Veneto

– la Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia

– ANBI – Associazione Nazionale Consorzi di gestionee tutela del territorio e acque irrigue

– La Federazione dei Consorzi Irrigui e di Miglioramento Fondiario della Provincia di Trento

– ASSOELETTRICA

– UTILITALIA

– ANEA (l’Associazione Nazionale autorità e Enti d’Ambito)

L’accesso (spazio FTP)* alla documentazione dell’Osservatorio permanente è riservato ai membri designati

Cos’è il Notiziario sullo stato delle risorse idriche

Il Notiziario sulla risorsa idrica del Distretto delle Alpi orientali è lo strumento attraverso il quale sono messi a disposizione del pubblico i dati di sintesi relativi alla disponibilità e all’uso della risorsa idrica nel territorio distrettuale.

A tale scopo l’Osservatorio Permanente ha individuato, d’intesa con le Regioni e le Province Autonome, un doppio sistema di indicatori ritenuti rappresentativi dei principali parametri climatici e meteo-idrologici.

Il primo gruppo di indicatori (monitoraggio di sorveglianza) ha il compito di evidenziare eventuali anomalie meteorologiche potenzialmente prodromiche di condizioni di siccità, indipendentemente dall’azione antropica. Tali indicatori sono riferiti a:

v  precipitazioni

v  precipitazioni nevose (per i bacini a prevalente sviluppo montano)

v  temperatura (per i bacini a prevalente sviluppo planiziale).

Il secondo gruppo di indicatori (monitoraggio operativo) si attiva, di norma, al verificarsi di anomalie degli indicatori del precedente gruppo; lo scopo è quello di monitorare i paramentri idrologici che possono condizionare il soddisfacimento della domanda idrica per i diversi usi.

In particolare:

v  le portate fluenti in alcune sezioni strumentate del reticolo idrografico distrettuale

v  il volume di risorsa idrica contenuto negli invasi montani

v  il livello freatimetrico registrato presso alcune strumentate della media pianura veneta e friulana.

Il valore degli indicatori è periodicamente aggiornato sulla base dei dati resi disponibili dalle Regioni, dalle Province Autonome e/o dalle corrispondenti Agenzie di protezione ambientale.

Il Notiziario, di norma pubblicato dopo ciascuna seduta dell’Osservatorio Permanante, non ha finalità di protezione civile.

Le pubblicazioni del Notiziario

Notiziario n. 10 – Ottobre 2023

Notiziario n. 9 – Luglio 2023

Notiziario n. 8 – Luglio 2023

Notiziario n. 7 – Giugno 2023

Notiziario n. 6 – Giugno 2023

Notiziario n. 5 – Maggio 2023

Notiziario n. 4 – Maggio 2023

Notiziario n. 3 – Aprile 2023

Notiziario n. 2 – Febbraio 2023

Notiziario n. 1 – Febbraio 2023

Notiziario n. 14 – Novembre 2022

Notiziario n. 13 – Ottobre 2022

Notiziario n. 12 – Agosto 2022

Notiziario n. 11 – Luglio 2022

Notiziario n. 10 – Adige – Luglio 2022

Notiziario n. 9 – Luglio 2022

Notiziario n. 8 – Giugno 2022

Notiziario n. 7 – Giugno 2022

Notiziario n. 6 – Maggio 2022

Notiziario n. 5 – Maggio 2022

Notiziario n. 4 – Aprile 2022

Notiziario n. 3 – Marzo 2022

Notiziario n. 2 – Marzo 2022

Notiziario n. 1 – Febbraio 2022

Notiziario n. 6 – Agosto 2021

Notiziario n. 5 – Luglio 2021

Notiziario n. 4 – Giugno 2021

Notiziario n. 3 – Maggio 2021

Notiziario n. 2 – Aprile 2021

Notiziario n. 1 – Marzo 2021

Accesso alla documentazione (spazio OneDrive) dell’Osservatorio permanente riservato ai membri designati 

Il Documento di valutazione e orientamento (DVO)

Anche il “Documento di valutazione sullo stato della risorsa idrica nel territorio distrettuale e di orientamento rivolto agli Enti ed Autorità competenti sulle possibili misure da adottare”, per brevità “Documento di valutazione ed orientamento” segue di norma ciascuna seduta dell’Osservatorio Permanente. Il documento propone in forma discorsiva le valutazioni di sintesi sullo stato della risorsa idrica emerse nel corso dell’incontro e le determinazioni conclusive riguardo lo stato di severità idrica. La severità idrica può assumere classi di stato anche diversificate sui diversi bacini che compongono il territorio distrettuale (si ricorda che il distretto idrografico delle Alpi Orientali è l’insieme dei bacini che recapitano nel mare Adriatico nell’arco costiero compreso tra la foce del fiume Adige ed il confine italo-sloveno) oppure in relazione alla tipologia delle acque (superficiali o sotterranee) Una seconda parte del documento detta indicazioni sulle possibili misure da adottare per contrastare e mitigare l’eventuale stato di severità idrica; è di norma rivolto alle Regioni e Province Autonome (in quanto “autorità concedenti”) ed agli ulteriori soggetti pubblici e privati preposti alla gestione/regolazione dei servizi idrici di captazione, trattamento e distribuzione delle acque (Consorzi di bonifica ed irrigazione, Consorzi di miglioramento fondiario, Enti di governo d’Ambito, Gestori del servizio idrico integrato).

Documento valutazione e orientamento 2023 10 25

Documento valutazione e orientamento 2023 06 29

Documento valutazione e orientamento 2023 05 05

Documento valutazione e orientamento 2023 04 13

Documento valutazione e orientamento 2023 03 14

Documento valutazione e orientamento 2023 02 13