DELIBERA N. 10 Seduta del 18.12.2001

 

 

OGGETTO: Modifica ed integrazione al Regolamento sull'ordinamento degli Uffici e dei Servizi.

 

 

IL COMITATO ISTITUZIONALE

 

VISTO l'art. 16, comma 2, della legge 7 agosto 1990, n. 253 il quale prevede che la pianta organica della Segreteria Tecnica dell'Autorità di Bacino debba essere corredata da un regolamento del personale;

VISTA la dotazione organica del personale approvata, ai sensi dell'art. 16, comma 1, della predetta legge n. 253/1990, con D.P.C.M. 20 dicembre 1999 (pubblicato nella G.U. n. 46 del 25.02.2000);

VISTA la delibera n. 8 del 3. Agosto 2000 del Comitato Istituzionale di approvazione del Regolamento sull'ordinamento degli Uffici e dei Servizi;

CONSIDERATO che:

- per provvedere ai molteplici compiti istituzionali conseguenti all’emanazione di numerose leggi sulla difesa del suolo e sulla tutela delle risorse idriche, si è reso urgente ed indispensabile espletare due concorsi pubblici per esami per i profili di ingegnere e di geologo;

- la struttura amministrativa (composta da pochissimi dipendenti) ha dovuto far fronte ad un notevole sforzo per acquisire nel più breve tempo possibile tali professionalità;

- in ogni caso l’espletamento delle procedure concorsuali richiede tempi normalmente lunghi e la distrazione di risorse umane tali da condizionare fortemente il funzionamento dell’Autorità;

- nell’attuale modello organizzativo è indispensabile acquisire adesso personale amministrativo (diplomati e laureati);

RITENUTO che:

- l’accesso all’impiego secondo i principi dell’imparzialità, dell’economicità e della celerità di espletamento possa essere garantito anche utilizzando le graduatorie, ancora valide a termine di legge, dei concorsi pubblici effettuati da rilevanti organismi pubblici operanti in loco quali: Regione del Veneto, Provincia di Venezia e Comune di Venezia;

- tale utilizzo consentirebbe di ottimizzare le risorse umane e finanziarie dell’Autorità;

- la Regione del Veneto ha già manifestato, con nota 5 dicembre 2001 n. 27670/41.01/21A di prot., la propria disponibilità ad autorizzare, mediante apposita convenzione regolatrice del rapporto, l’utilizzo delle graduatorie per le professionalità amministrative;

PRESO ATTO della proposta di modifica ed integrazione al Regolamento sull'ordinamento degli Uffici e dei Servizi, predisposta dalla Segreteria Tecnica dell'Autorità di Bacino e concernente il seguente articolo da inserire nel Titolo VII "Concorsi" del medesimo:

ART. 26/bis

Utilizzo di graduatorie di altri Enti

"L’Autorità potrà stipulare apposita convenzione per utilizzare le graduatorie, ancora valide a termine di legge, dei concorsi pubblici effettuati dalla Regione del Veneto, dalla Provincia di Venezia e dal Comune di Venezia, prevedendo che:

In presenza di esigenze di nuovo personale, pressanti ed inconciliabili con i tempi normalmente lunghi richiesti dalle ordinarie procedure concorsuali, l’Autorità avrà quindi la facoltà di dare esplicite indicazioni all’Ente, con cui è intervenuto un tale rapporto convenzionale, circa la consistenza numerica e la/e professionalità richiesta/e per la propria organizzazione.

In via eccezionale e nell’immediato, potrà prevedersi, nella convenzione da stipulare con la Regione del Veneto, l’utilizzo, previo consenso degli interessati, delle graduatorie già in essere per le professionalità amministrative da cat. D, posizione economica D1, e da cat. C, posizione economica C1."

RITENUTO che tale proposta risponde ai principi di economicità, efficienza ed efficacia sanciti dalla normativa sull’ordinamento del lavoro e sull’accesso agli impieghi nelle Amministrazioni pubbliche.

DELIBERA

Art. 1) - E' approvato, a modifica ed integrazione del Regolamento sull'ordinamento degli Uffici e dei Servizi approvato dal Comitato Istituzionale in data 3.08.2000, il seguente articolo da inserire nel Titolo VII "Concorsi" del medesimo:

ART. 26/bis

Utilizzo di graduatorie di altri Enti

L’Autorità potrà stipulare apposita convenzione per utilizzare le graduatorie, ancora valide a termine di legge, dei concorsi pubblici effettuati dalla Regione del Veneto, dalla Provincia di Venezia e dal Comune di Venezia, prevedendo che:

- nei relativi bandi di concorso, a garanzia della trasparenza, sia sempre e comunque inserita la previsione di tale eventuale utilizzo da parte dell’Autorità;

- venga fornita, ove possibile e con tempestività, la massima informazione sull’insorgere e sugli sviluppi di ogni concorso per consentire la migliore programmazione e/o decisione da parte dell’Autorità.

In presenza di esigenze di nuovo personale, pressanti ed inconciliabili con i tempi normalmente lunghi richiesti dalle ordinarie procedure concorsuali, l’Autorità avrà quindi la facoltà di dare esplicite indicazioni all’Ente, con cui è intervenuto un tale rapporto convenzionale, circa la consistenza numerica e la/e professionalità richiesta/e per la propria organizzazione.

In via eccezionale e nell’immediato, potrà prevedersi, nella convenzione da stipulare con la Regione del Veneto, l’utilizzo, previo consenso degli interessati, delle graduatorie già in essere per le professionalità amministrative da cat. D, posizione economica D1, e da cat. C, posizione economica C1.

Art. 2) – Il Segretario Generale si farà carico di ricercare il più ampio coinvolgimento degli Enti sopraindicati e le migliori condizioni giuridico-operative per il raggiungimento del risultato prefissato.

 

Roma, 18 dicembre 2001

IL SEGRETARIO GENERALE
____________________________

(Dott.Ing. Antonio Rusconi)

IL PRESIDENTE
MINISTRO DELL’AMBIENTE E
DELLA TUTELA DEL TERRITORIO
___________________________

(On. Altero Matteoli)