DELIBERA N. 9 Seduta del 18.12.2001

 

OGGETTO: Designazione di esperti di elevato livello scientifico ad integrazione della composizione del Comitato Tecnico.

 

IL COMITATO ISTITUZIONALE

 

VISTA la legge 18 maggio 1989, n. 183, recante norme per il riassetto organizzativo e funzionale della difesa del suolo;

RICHIAMATO in particolare il comma 5 dell'art. 12 della suddetta legge secondo cui "Il Comitato Tecnico ...è presieduto dal Segretario generale ed è costituito da funzionari designati, in numero complessivamente paritetico, dalle Amministrazioni statali e da quelle regionali presenti nel Comitato Istituzionale. Il Comitato Tecnico può essere integrato, su designazione del Comitato Istituzionale, da esperti di elevato livello scientifico." ed il susseguente comma 6 secondo cui "Alla nomina dei componenti del Comitato Tecnico provvede il Ministro dei Lavori Pubblici, sulla base delle designazioni pervenutegli";

VISTO il D.P.C.M. 10 agosto 1989 recante "Costituzione dell'Autorità di Bacino dei fiumi Isonzo, Tagliamento, Livenza, Piave, Brenta-Bacchiglione";

VISTA la delibera n. 2/92 del 15 gennaio 1992 del Comitato Istituzionale con cui é stato approvato il Regolamento di funzionamento del Comitato Tecnico e la delibera n. 5 del 5 febbraio 2001 con cui sono state, fra l’altro, approvate le modifiche riguardanti la composizione ed il numero dei componenti del Comitato Tecnico (art. 2 del suddetto Regolamento);

VISTA la delibera n. 8 del 6 maggio 1998 del Comitato Istituzionale con cui sono stati designati, quali componenti del Comitato Tecnico, i funzionari indicati dalle Amministrazioni statali e regionali interessate, nonché dalla Provincia Autonoma di Trento e gli esperti di elevato livello scientifico;

CONSIDERATO che in relazione alla ricomposizione del Comitato Tecnico la Regione del Veneto e la Regione Friuli Venezia-Giulia hanno già provveduto ad una nuova nomina riguardante i due rappresentanti regionali ed in parte i relativi sostituti;

CONSIDERATO che in base alla segnalazione della Regione del Veneto (nota n. 4408/321.05 in data 4.12.2000) è ora proponibile la designazione dei seguenti tre esperti:

che sostituiscono i precedenti esperti segnalati dalla medesima Regione;

CONSIDERATO che in base alla segnalazione della Regione Friuli Venezia-Giulia (nota n. ==== in data 14.12.2001) è ora proponibile la designazione del seguente terzo esperto:

- Ing. Giorgio VERRI

che si aggiunge agli altri esperti, in virtù della nuova composizione del Comitato Tecnico determinata dalla citata delibera n. 5 del 5 febbraio 2001;

CONSIDERATO che in base alla segnalazione dell’Agenzia per la Protezione Civile (nota n. ==== in data 14.12.2001) è ora proponibile la designazione del seguente esperto:

- Prof. Ing. Franco SICCARDI;

 

DELIBERA

 

ARTICOLO 1

Sono designati quali componenti esperti del Comitato Tecnico dell'Autorità di bacino dei fiumi Isonzo, Tagliamento, Livenza, Piave, Brenta-Bacchiglione, i Proff. Giuseppe BENDORICCHIO, Roberto SEDEA e Francesco VERONESE (in sostituzione dei precedenti esperti Ing. Casarin, dott. Fenti ed ing. Vielmo), l’Ing. Giorgio VERRI ed il Prof. Ing. Franco SICCARDI (in aggiunta agli altri esperti), sulla base delle segnalazioni delle Amministrazioni interessate.

 

ARTICOLO 2

Il Segretario Generale è incaricato di comunicare al Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio i nominativi dei predetti esperti, per il successivo provvedimento di nomina quali componenti del Comitato Tecnico.

Roma, 18 dicembre 2001

IL SEGRETARIO GENERALE
____________________________
(Dott. Ing. Antonio Rusconi)

IL PRESIDENTE
MINISTRO DELL’AMBIENTE E
DELLA TUTELA DEL TERRITORIO
_____________________________

(On. Altero Matteoli)